Carlo Sini: La Differance di Derrida

Estremizzando le istanze timidamente mosse da Heidegger sulla difficoltà dell’Essere, Derrida riconosce l’indefinibilità dell’identità dell’Essere giacché esso conserva in sé medesimo una differenza. Tale differenza, différance nel linguaggio derridiano, è il tratto costitutivo di ogni spazio dell’esistenza, tutto ciò che è, è sempre decentrato rispetto a se stesso e, pertanto, indicibile dal linguaggio.

Carlo Sini è titolare della cattedra di Filosofia Teoretica presso l’Università Statale di Milano

108

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *